Il 2015 si è dimostrata, a conti fatti, una delle migliori annate di sempre, derivato da un clima molto regolare nelle sue stagioni, con inverno ricco di precipitazioni ed una estate calda ed asciutta, passando per una primavera fresca. Il germogliamento delle vigne è stato molto regolare con un accrescimento dei germogli rigoglioso, dove non si sono mai notati grossi rischi fitosanitari. Il mese di luglio inizia una lunga estate calda, caratterizzata per essere una delle più calde di sempre. Il caldo contribuisce ad uno sviluppo qualitativo delle uve, che, durante l’invaiatura di agosto, iniziano a mostrare tutti i benefici che il clima ha dato loro. Nonostante l’estate estremamente calda, le uve non soffriranno mai di carenze idriche o subiranno stress di alcun genere.

La vendemmia è stata regolare, nella giusta epoca, con il trebbiano che raggiunge la maturazione dopo la prima decade di settembre ed il montepulciano nella prima decade di ottobre. Il livello qualitativo delle uve è stato molto alto, con ottime gradazioni zuccherine e ottime caratteristiche delle varie componenti (colore, profumi, struttura, acidità)

Il top della vendemmia

montepulciano d'abruzzo doc - francesco paolo michetti